Rupel

RUPEL

“Purezza delle varietà, purezza della produzione, purezza dello spirito!” Questi sono i principi della vinificazione, che seguono i proprietari dell’azienda vinicola RUPEL, Pavel e Anita Gramatikovi, le loro convinzioni e i postulati della vita. Perché sono convinti che la tradizione della vinificazione provenga dal calore della terra, così che il cuore ricordi il gusto del vino. E se i ricordi sono legati al sostentamento della famiglia, allora la giovane azienda guarda sicuramente al futuro.

La cantina RUPEL si trova a Dolno Spanchevo, valle dello Struma, a due chilometri dal confine greco. Qui il clima è estremamente adatto alla coltivazione dell’uva, e non è un caso che la viticoltura sia l’attività principale della gente del posto: l’estate è secca e calda, l’autunno – lungo e umido, raramente sulle colline c’è la neve. I terreni formati da sedimenti fluviali e mescolati con sedimenti vulcanici del vulcano spento “Kozhuh” sono ideali per le piantagioni della vite. E il vento “Bianco”, che penetra nella vallata del Rupel, fornisce uno scambio di aria fresca, che protegge le piantagioni dalle malattie. Grande territorio a cui si possono aggiungere gli splendidi scenari delle montagne circostanti Belasitsa, Pirin, Ograzhden, Ali Botush, colline inclinate e verdi vallate.

 

In questa zona benedetta si trovano i vigneti e la cantina della Cantina Rupel.

 

RUPEL pianta le sue viti con una superficie di 30 ettari già nel 2004. I vigneti sono creati da varietà consigliate per la regione, in una zona vinicola con alcuni dei migliori terreni e clima. Quando si scelgono le varietà, viene data importanza al terroir appropriato per le varietà rosse: Merlot, Cabernet Sauvignon, Marselan, Early Melnik (Melnik55), Sangiovese, Nebbiolo. Nel 2017 vengono anche piantate le varietà Tamianka, Pinot Noir, Rubin, Vermentino, Viognier e Sandanski Misket.

 

La moderna cantina è costruita accanto ai vigneti, in grado di elaborare circa 250 tonnellate di uva e una capacità di 500.000 litri. I vini che vengono prodotti naturalmente provengono da varietà pure e uve di qualità selezionate dal vigneto. Seguendo le innovazioni nei processi tecnologici, osservando l’igiene assoluta e utilizzando il sistema azotato in ciascuna delle fasi della produzione vinicola, nella cantina RUPEL si ottiene un prodotto finito di eccellente qualità. Per l’invecchiamento dei vini rossi vengono utilizzate 100 botti di rovere francese e americano.

 

The Vineyard Tasting House attira turisti e appassionati di vino da tutto il mondo!

 

LA STORIA

 

I vigneti della cantina Rupel si trovano nelle parti più a sud-ovest della Bulgaria lungo le pendici della località di Durlovitsa nelle terre del villaggio di Hursovo e del villaggio di Dolno Spanchevo / Valle Sandanski-Petrichka /.

 

L’origine dei villaggi di Hursovo e Dolno Spanchevo risale al X secolo. Già a quel tempo, circa 1200 acri di vigneti erano coltivati ​​nella terra del villaggio – principalmente di pini e una vigna larga, e il vino che producevano da migliaia di anni ha diffuso la gloria della regione in tutto il mondo. I mercanti venivano qui prima del 13 ° secolo da Dubrovnik. La popolarità del vino raggiunse anche l’importante politico Winston Churchill, che lo ordinò anche da questo elisir di vino locale.

 

Nel 1913, durante la guerra, i villaggi della zona furono conquistati dall’esercito greco e molte case furono incendiate e gran parte dei vigneti abbandonati.

 

In quel momento apparve una malattia “importata” dei vigneti, così chiamata. fillossera causata da parassiti biologici.

Ma la tradizionale coltivazione della vite della regione è stata preservata per anni! 

Oggi, portando il calore della terra nelle nostre anime e il gusto del vino nei nostri cuori, abbiamo raggiunto il consolidamento della terra dei nostri nonni e il restauro dei vigneti. I vigneti sono stati piantati nel 2006.

 

La viticoltura e la vinificazione sono tradizionali per la regione e gli studi attuali dimostrano che il terroir della regione è unico in Bulgaria ed è adatto per la coltivazione principalmente di uve rosse. La vite è protetta da tutti i lati con colline di montagna – Pirin, Belasitsa, Maleshevo e Ograzhden.
Il clima mite e secco, la vicinanza del Mar Bianco offrono le condizioni ideali per la coltivazione dell’uva.

 

“Con uva e vino, i suoli e il clima decidono se non tutto, quindi quasi tutto! Il resto è una questione di lavoro e conoscenza! ”